My Fair City, un’app a misura di bambino

01 marzo 2016
My Fair City, un’app a misura di bambino

Sabato 27 febbraio si è svolta a Napoli la sperimentazione dell’App per la visita al centro storico della città, realizzata appositamente per i bambini nell’ambito del progetto di ricerca “My Fair City – Soluzioni a misura di bambino per vivere l'arte e la storia".

Il progetto, finanziato dalla Regione Campania su fondi FERS (POR Campania 2007-2013, Bandi dello sportello dell'innovazione: Progetti Cultural and Creative Lab), ha sviluppato un sistema multimediale di visita al centro storico della città in cui la narrazione, i punti di interesse, le animazioni sono protagoniste: un sistema pensato per incuriosire il pubblico dei più piccoli.

La principale finalità del progetto era infatti l’individuazione di nuove metodologie, nuovi linguaggi, nuovi stili di narrazione per mettere a disposizione dei bambini, e delle loro famiglie, un emozionante strumento per la visita di un centro storico cittadino.

Nella sperimentazione napoletana si è scelto di raccontare alcune leggende cui sono stati abbinati fatti storici, il tutto narrato dal personaggio guida Pulcinella: i punti di interesse, il cui layout grafico ricorda un libro illustrato, vengono descritti da videoanimazioni o da contenuti audio, in uno stile che rende lo strumento perfettamente alla portata dei più piccoli. Ad alcuni punti di interesse è abbinato un contributo di realtà aumentata, che sovrappone un’animazione video alla realtà ripresa attraverso la fotocamera del dispositivo mobile: l’animazione si attiva attraverso sensori quando il bambino è in prossimità del monumento interessato.

La narrazione si abbina a giochi, indovinelli e anche ad una pièce teatrale a Palazzo Venezia, dove una dama del Settecento racconta la sua giornata tipo tra toeletta, balli e corsi sull’uso del ventaglio.

Un altro elemento di valore è la presenza della funzionalità “whisper”, che rende l’App completa per la visita cittadina anche da parte di una scolaresca accompagnata dall’insegnante o da una guida turistica: tramite il dispositivo mobile, l’accompagnatore può infatti trasmettere messaggi vocali in modo da condurre il gruppo e dare istruzioni sul funzionamento dell’App.

I risultati della sperimentazione sono stati più che positivi: otto piccoli utenti, tutti di circa 8 anni, si sono dimostrati entusiasti e spesso piacevolmente sorpresi dalle attività ludiche e dai quiz che hanno trovato nel loro percorso di visita del centro storico della città.

I partner di My Fair City (CUIEM Napoli, Università Suor Orsola Benincasa e Cooperativa Le Nuvole), assieme a Space che è la capogruppo, presenteranno al pubblico il progetto mercoledì 9 marzo alle ore 12 nel corso di una conferenza stampa presso la Sala del Capitolo del Complesso San Domenico Maggiore (Vico San Domenico Maggiore, 18 – Napoli).