ViBiA, l’Archivio Virtuale Biografico delle vittime delle Fosse Ardeatine

23 marzo 2018
ViBiA, l’Archivio Virtuale Biografico delle vittime delle Fosse Ardeatine

Venerdì 23 marzo alle ore 10, in occasione del 74° anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, l’Università degli Studi di Roma 'Tor Vergata' - Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società e l’Archivio Storico della Presidenza della Repubblica, presentano la piattaforma ViBiA - Virtual Biographical Archive, un archivio virtuale delle vittime delle Fosse Ardeatine, allestito grazie al finanziamento erogato dall'ateneo di Tor Vergata attraverso il bando “Consolidate the foundations 2015”.

L’evento, che si tiene a Roma presso la Sala conferenze dell'Archivio storico della Presidenza della Repubblica, prevede una sessione dedicata al complesso di attività svolte per la realizzazione della banca dati che vuole essere un modello descrittivo prototipale dal punto di vista scientifico e tecnologico, e successivamente una serie di riflessioni sull’evento storico e sull’importanza della memoria.

I partner istituzionali del progetto, ovvero il Museo storico della Liberazione di Roma, l’Ufficio storico della Polizia di Stato e l’Associazione nazionale famiglie italiane martiri (ANFIM), conservano le fonti d’archivio e gli oggetti appartenuti alle vittime che sono state schedate, inventariate, catalogate e digitalizzate e sono adesso consultabili nella piattaforma.

Una modalità di consultazione di grande impatto visivo, pone al centro della visualizzazione i volti delle vittime: intestato alla singola vittima c’è un dossier virtuale, che raccoglie i dati biografici e abbina documenti e le immagini di oggetti e reperti appartenuti alle vittime custoditi nelle sedi degli istituti partner. Una raccolta quindi perlopiù inedita che ricostruisce per ogni vittima la storia personale e le circostanze della drammatica scomparsa.

La piattaforma sarà consultabile presso le sedi degli istituti partner attraverso postazioni dedicate.

Oltre ad aver digitalizzato il materiale d’archivio, ci siamo occupati dell’interfaccia di consultazione della piattaforma: abbiamo digitalizzato circa 7890 documenti e fotografato 482 oggetti. L'applicativo web based, realizzato anche in modalità responsive, consente anche la ricerca libera per campi all’interno delle due tipologie di fonti digitalizzate, i documenti e gli oggetti.

Il team di ricerca dell'Ateneo è composto da Marielisa Rossi (P. I.), Gianna Del Bono, Alessia A. Glielmi e Giuseppe Novelli. Hanno, inoltre, collaborato al progetto due laureande: Doriana Serafini e Sara Vannozzi. Hanno offerto collaborazione scientifica la Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio e l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD).