Una nuova brand identity per il Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari

25 novembre 2019
Una nuova brand identity per il Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari

Istituzione dinamica, attiva e accogliente per i giovani musicisti di talento di tutto il mondo, il Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari ha una storia antica e prestigiosa. Nato nel 1925 come Istituto musicale privato intitolato a Niccolò Piccinni, celeberrimo compositore nato a Bari nel 1728, diventa nel 1932 Liceo musicale pubblico, dal 1937 pareggiato ai Conservatori di Stato. Sotto la direzione di Nino Rota, iniziata nel 1950 e conclusasi nel 1977, diviene nel 1962 Conservatorio di Musica di Stato e conosce un enorme sviluppo sul piano didattico come su quello artistico.

Con i suoi 1500 studenti, l’Istituto barese è oggi tra i più popolosi in Italia, importante luogo di formazione per una folta e variegata comunità di giovani di talento che trovano qui una preziosa opportunità di crescita artistica, umana e professionale.

Nel 2017 il Conservatorio ha deciso di rinnovare la sua immagine con l’obiettivo di divulgare e promuovere la qualità e la diversificazione dell’offerta formativa, prodotta da un corpo docente estremamente qualificato, e di una cospicua attività di produzione artistica e di ricerca. Space ha avuto l’incarico di ideare e realizzare la nuova identità visiva, a partire da un nuovo concept di logotipo, elemento base per la costruzione di un sistema grafico-visivo che potesse identificare i valori e la missione istituzionale del Conservatorio e indirizzarla, con rinnovata visibilità, verso fasce di utenti e sostenitori ancora più ampie.

Per formulare il concept della brand identity è stata condotta un’attenta analisi del contesto culturale e artistico dell’Istituto e dei principali elementi che caratterizzano le sue attività formative in relazione al mondo della musica.

Sulle linee guida del manuale di stile dell’immagine coordinata è stata declinata tutta la veste grafica degli strumenti di comunicazione dell’Ente, quali biglietti da visita e carta intestata, manifesti ed inviti, libretti di sala e merchandising di vario genere, oltre a quanto necessario per la comunicazione digitale e a stampa. Per la promozione del Conservatorio come riferimento formativo anche a livello internazionale, particolarmente opportuna per una istituzione di Alta Formazione Musicale partecipe del programma Erasmus+ e di numerosi accordi di collaborazione con istituzioni extra-UE, è stata inoltre realizzata una guida istituzionale rivolta a un pubblico nazionale ed estero, in versione linguistica Italiano-Inglese e Italiano-Cinese.

Per approfondimenti: http://www.consba.it/