ArchiSpazi

Allestimenti museali, vetrine, arredi, pannelli, apparati didascalici

Comunicare con gli spazi

L’esperienza svolta negli ultimi quindici anni ci ha portati a vedere l’allestimento architettonico, illuminotecnico e di arredo degli spazi espositivi come strettamente integrato con la progettazione dei dispositivi multimediali e interattivi, in un comune lavoro di comunicazione. Per questo progettiamo soluzioni modulari di arredo per l’allestimento di spazi museali, bookshop e centri di accoglienza, pensati per l’integrazione con soluzioni tecnologiche come schermi di multiproiezione, tavoli interattivi, sensori intelligenti e diffusori audio.

Una sola partitura di ambiente

Nei nostri progetti le diverse “voci” dell’allestimento si fondono in un discorso finemente integrato: le luci, statiche o interattive, sottolineano gli exhibit e la pannellistica, mentre le strutture autoportanti o a parete integrano schermi e proiettori, e fasci di immagini tematizzano sfondi o pavimenti calpestabili. Vetrine retroproiettate aggiungono profondità al discorso comunicativo, e tavoli ospitano superfici multi-touch e sistemi capacitivi dinamici, mentre ambientazioni sonore suggestive conferiscono all’ambiente la nota di fondo più opportuna.

Didattica e immagine coordinata

Per garantire una fruizione piacevole anche ai più giovani, realizziamo aule didattiche e materiali di supporto alla comunicazione basati su linguaggi specializzati. Le soluzioni per gli arredi e gli allestimenti vengono realizzate in conformità con il progetto di comunicazione integrata del museo, e si riflettono su didascalie, pannelli e fogli di sala per una efficace e coerente esperienza fruitiva delle collezioni museali.

Le recenti esperienze di ArchiSpazi