IntelliLuoghi

Ambienti intelligenti, sensoristica, spazi polisensoriali

Emozioni e intelligenza di ambiente

Stimolare la componente emotiva del visitatore attraverso l’attivazione di percorsi che coinvolgono i cinque sensi è possibile attraverso la creazione di un sistema di ambient intelligence. Mediante l’inserimento di sensori intelligenti e non invasivi all’interno del percorso museale, lo spazio espositivo si teatralizza e consente al fruitore di vivere un’esperienza divertente e appassionante. I sensori attivati al passaggio o movimento dell’utente possono avviare video o effetti sonori e diffondere fragranze olfattive. Il coinvolgimento emotivo, sotto la soglia della razionalità, consente al museo di acquisire un’identità forte e distintiva creando meccanismi spontanei di conoscenza che si traducono nella più efficace delle promozioni.

Uno spettacolo su misura

Grazie a una rete capillare di telecamere, sensori di presenza e di movimento, tag RFID e NFC, identificatori, l’edificio museale può seguire e riconoscere l’utente, mettendo in scena in tempo reale contenuti spettacolari e personalizzati - ad esempio illuminando e rappresentando spazi e reperti al passaggio del visitatore o percependo mediante sensori la lingua dell’utente.

Una gestione aperta e flessibile

Tutte le soluzioni di ambient intelligence sono integrate nel sistema OpenMuseum®, per cui possono essere gestite e organizzate attraverso la stazione di Regia e le altre applicazioni del sistema. Le soluzioni sono realizzate attraverso dispositivi e reti in standard di mercato, e con l’impiego di programmi e script sviluppati secondo i principi del software aperto, supportato da una grande comunità di appassionati ed esperti.

Le recenti esperienze di IntelliLuoghi